§ 8.1 • I QUATTRO STATI D’ANIMO DI COSCIENZA

INDICE

8.1 I quattro differenti stati d’animo di coscienza
8.1 Sonno
8.1 Stato d’animo di veglia
8.1 Coscienza di Sé o Auto•Coscienza
8.1 Coscienza Oggettiva
8.1 Assenza di Coscienza di Sé o d’Auto•Coscienza
8.1 Qual è la prima condizione per acquisire Coscienza di Sé o Auto•Coscienza?
8.1 Stati d’Animo Superiori di Coscienza e i Centri Superiori
8.1 Lo ‘stato d’animo di veglia’ dell’uomo e della donna ordinarî come sonno
8.1 La vita degli esseri umani addormentati o addormiti
8.1 Come ci si può Svegliare o Destare?
8.1 Che essere umano è allorquando lui è nato oppure lei è nata?
8.1 Quale ‘istruzione’ e quali esempî di coloro che lo o la attorniano?

Uspiénski scrisse:
8.1.1 “In una delle Lezioni seguenti Gurdjìeff ritornò sul+la questione della Coscienza.”
      
Gurdjieff disse:
8.1.2 “Né le funzioni psichiche né le funzioni fisiche dell’essere umano possono essere comprese, salvo che sia stato colto il dato di fatto che entrambe possono funzionare in differenti stati d’animo di coscienza.”
      
8.1.3.1 “In tutto ci sono quattro stati d’animo di coscienza possibili per l’Uomo o la Donna” (lui enfatizzò le parole ‘Uomo’ e ‘Donna’), “sennonché l’uomo o la donna ordinarî, ovverosia, l’uomo o la donna numero uno, il o la numero due e il o la numero tre, vive solamente nei due stati d’animo inferiori di coscienza.
8.1.3.2 I due Stati d’Animo Superiori di Coscienza gli o le sono inaccessibili, e sebbene costui o costei possa avere lampi di questi Stati d’Animo, costui o costei è incapace d’intenderli e li giudica dal punto di vista di quegli stati d’animo in cui è solito per lui o lei esserci.”
      
8.1.4.1 “I due soliti, ovverosia, i più bassi, stati d’animo di coscienza sono: primo, il sonno, in altre parole uno stato d’animo passivo in cui l’uomo o la donna trascorre un terzo e soventissimo la metà della sua vita; e secondo, lo stato d’animo in cui uomini e donne trascorrono l’altra parte delle loro vite, in cui costoro camminano per le strade, scrivono libri, parlano di argomenti importanti, prendono parte alla politica, si uccidono a vicenda, che costoro reputano attivo e denominano ‘coscienza limpida’ o ‘stato d’animo di veglia della coscienza’.
8.1.4.2 Il termine ‘coscienza limpida’ o ‘stato d’animo di veglia della coscienza’ sembra che debba essere stato dato scherzando, specialmente allorquando voi vi persuadete che cosa la ‘Coscienza Limpida’ dovrebbe in realtà essere e quale sia lo stato d’animo in cui l’uomo o la donna vive e agisce realmente.”
      
8.1.5.1 “Il Terzo Stato d’Animo di Coscienza è il Ricordarsi di Sé o la Coscienza di Sé o la Coscienza del proprio Essere.
8.1.5.2 È consuetudine considerare che noi abbiamo questo Stato d’Animo di Coscienza, oppure che noi possiamo averlo, se noi lo vogliamo.
8.1.5.3 Le nostre scienza e filosofia hanno omesso il dato di fatto che noi non possediamo tale Stato d’Animo di Coscienza e che noi non possiamo crearlo in noi stessi per desiderio o decisione soltanto.”
      
8.1.6.1 “Il Quarto Stato d’Animo di Coscienza è detto Stato d’Animo Oggettivo di Coscienza.
8.1.6.2 In tale Stato d’Animo un uomo o una donna può vedere le cose come esse sono.
8.1.6.3 Lampi di tale Stato d’Animo di Coscienza avvengono anche nell’uomo o nella donna.
8.1.6.4 Nelle religioni di tutte le nazioni ci sono indicazioni della possibilità di uno Stato d’Animo di Coscienza di tal genere, che è detto ‘Illuminazione’ e con varî altri nomi,  sennonché ciò non può essere descritto a parole.
8.1.6.5 Cosicché l’unico modo giusto per la Coscienza Oggettiva è mediante lo sviluppo della Coscienza di Sé.
8.1.6.6 Se un uomo ordinario o una donna ordinaria è coindotto artificialmente in uno Stato d’Animo di Coscienza Oggettiva e successivamente riportato o riportata al suo stato d’animo solito, costui o costei non ricorderà niente e lui stesso o lei stessa penserà che — per un certo tempo — lui stesso o lei stessa perse coscienza.
8.1.6.7• Tuttavia, nello Stato d’Animo di Coscienza di Sé, un uomo o una donna può avere lampi di Coscienza Oggettiva e ricordarseli.”
      
8.1.7 “Il Quarto Stato d’Animo di Coscienza nell’uomo o nella donna significa uno Stato d’Animo d’Essere completamente differente; ciò è il risultato della Crescita Intima e dell’Opera sul sé medesimo lunga e difficile.”
      
8.1.8.1 “Epperò il Terzo Stato d’Animo di Coscienza costituisce il diritto naturale dell’uomo e della donna così come costoro sono; e ‘se’ l’uomo o la donna non Lo possiede, ciò è soltanto a causa delle condizioni errate delle loro vite.
8.1.8.2• Si può affermare, senz’alcuna esagerazione, che attualmente il Terzo Stato d’Animo di Coscienza avviene nell’uomo o nella donna soltanto sotto forma di lampi rarissimi e che ciò può essere reso più o meno permanente in lui o lei soltanto per mezzo di un Addestramento Speciale.”
      
8.1.9.1 “Per la maggior parte della persone, anche per le persone istruite e ragionevoli, l’ostacolo primario nel modo di acquisire la Consapevolezza di Sé consiste nel fatto che costoro pensano che loro stesse La possiedono già; ovverosia, che  loro stesse possiedono la Coscienza di Sé e tutto quanto Le è connessa: Individualità, nel senso di un IO Permanente e Immutabile, Volontà, Capacità di Fare, e così via.
8.1.9.2 È evidente che un uomo non sarà interessato o una donna non sarà interessata, se voi gli o le dite che lui stesso o lei stessa può acquisire — con un’Opera sul sé medesimo lunga e difficile — qualcosa che, secondo la sua opinione, costui o costei ha già.
8.1.9.3 Al contrario costui o costei penserà che voi siete pazzi, oppure che voi volete ingannarlo o ingannarla in vista di un guadagno personale.”
      
8.1.10 “I due Stati d’Animo Superiori di Coscienza‘Coscienza di Sé’ e ‘Coscienza Oggettiva’ — sono connessi col funzionamento dei Centri Superiori nell’essere umano.”
      
8.1.11.1 “Oltre a quei Cinque Centri, di cui noi abbiamo parlato finora, ci sono altri Due Centri nell’essere umano: il ‘Commotivo o Emotivo Superiore’ e il ‘Cognitivo o Intellettivo Superiore’.
8.1.11.2 Questi Centri sono in noi; Essi sono sviluppati completamente e stanno Operando sempre, sennonché la loro Opera non riesce a raggiungere la nostra coscienza ordinaria.
8.1.11.3 La causa di ciò risiede nelle proprietà speciali della nostra cosiddetta ‘coscienza limpida’.”
      
8.1.12.1 “Al fine di comprendere qual è la differenza tra gli stati d’animo di coscienza, torniamo al primo stato d’animo di coscienza, che è il sonno.
8.1.12.2 Questo è uno stato d’animo completamente soggettivo di coscienza.
8.1.12.3 Dapprima l’essere umano è immerso nei sogni; se costui o costei se li ricorda o meno, non importa.
8.1.12.4 Anche se talune impressioni reali lo o la raggiungono — come: suoni, voci, calore, freddo, la sensazione del proprio corpo — esse suscitano in costui o costei soltanto immagini fantastiche soggettive.
8.1.12.5 Dappoi, l’essere umano si sveglia.
8.1.12.6 A prima vista questo è uno stato d’animo di coscienza completamente differente.
8.1.12.7 Costui o costei può muoversi; costui o costei può parlare con altre persone; costui o costei può fare congetture in anticipo; costui o costei può vedere il pericolo ed evitarlo; e così via.
8.1.12.8 È logico che costui o costei è in una posizione migliore rispetto ad allorquando lui stesso era addormentato o lei stessa era addormentata.
8.1.12.9 Sennonché, se noi andiamo approfondendoci un po’ di più nelle cose, se noi guardiamo nel suo mondo intimo, nei suoi pensieri, nelle cause delle sue azioni, noi vedremo che costui o costei è quasi nello stesso stato d’animo di allorquando lui stesso era addormentato o lei stessa era addormentata.
8.1.12.10 E ciò è addirittura peggio, perché nel sonno costui è passivo o costei è passiva, ovverosia, costui o costei non può fare nulla.
8.1.12.11 Nello stato d’animo di veglia, comunque, costui o costei può fare per tutto il tempo qualcosa e i risultati di tutte le sue azioni si rifletteranno su di lui stesso o lei stessa oppure su coloro che gli o le stanno intorno.
8.1.12.12 Eppure costui o costei non si ricorda di sé.
8.1.12.13 Costui o costei è una macchina; tutto in costui o costei, nel suo funzionamento, accade.
8.1.12.14 Costui o costei non può fermare il flusso dei suoi pensieri; costui o costei non può controllare la sua immaginazione, le sue emozioni, la sua attenzione.
8.1.12.15 Costui o costei vive in un mondo soggettivo di: ‘amo’, ‘non amo’, ‘mi piace’, ‘non mi piace’, ‘voglio’, ‘non voglio’; ovverosia, di ciò che costui o costei pensa di gradire, di ciò che pensa di non gradire, di ciò che pensa di volere, di ciò che pensa di non volere.
8.1.12.16 Costui o costei non vede il Mondo Reale.
8.1.12.17 Il Mondo Reale gli è o le è nascosto dal muro dell’immaginazione.
8.1.12.18 Costui o costei vive nel sonno.
8.1.12.19 Costui o costei è addormito, s’addorme.
8.1.12.20 Ciò che è detta ‘coscienza limpida’ è sonno e un sonno di gran lunga molto più pericoloso del sonno notturno a letto.”
      
8.1.13.1 “Prendiamo un grande evento nella vita dell’umanità.
8.1.13.2 Per esempio, la guerra.
8.1.13.3 C’è una guerra * in corso attualmente.
* la prima guerra mondiale (Nota della Guida Specchiata — N. d. G. S.)
8.1.13.4 Che cosa significa ciò?
8.1.13.5 Ciò significa che svariati milioni di genti addormite stanno provando a distruggere svariati milioni di altre genti addormite.
8.1.13.6 Costoro non lo farebbero, certamente, se loro stessi fossero Svegli.
8.1.13.7 Tutto ciò che ha luogo è a causa di questo sonno.”
      
8.1.14.1 “Entrambi gli stati d’animo di coscienza, sonno e stato d’animo di veglia, sono ugualmente soggettivi.
8.1.14.2 Soltanto incominciando a Ricordarsi di Sé, un uomo o una donna Si Sveglia realmente.
8.1.14.3 E, dappoi, tutta la vita circostante acquisisce per costui o costei un aspetto differente e un significato differente.
8.1.14.4 Costui o costei vede che quella è la vita delle persone addormite, una vita nel sonno.
8.1.14.5 Tutto ciò che le genti dicono, tutto ciò che costoro fanno, costoro lo dicono e lo fanno nel sonno.
8.1.14.6 Tutto ciò non può avere alcun valore comunque.
8.1.14.7 Solamente il Risveglio, e ciò che apporta al Risveglio, ha un Valore nella Realtà.”
      
8.1.15.1 “Quante volte mi è stato chiesto, qui, se le guerre possono essere fermate?
8.1.15.2 Certamente che lo possono.
8.1.15.3• Per ciò è necessario solamente che le genti debbano Svegliarsi.
8.1.15.4• Sembra una cosettina.
8.1.15.5 Ciò è, comunque, la cosa più difficile che ci possa essere perché questo sonno è indotto e mantenuto dall’insieme della vita circostante, da tutte le condizioni circostanti.”
      
8.1.16.1 “Come ci si può Svegliare?
8.1.16.2 Come si può scampare a questo sonno?
8.1.16.3 Queste domande sono le più importanti, le più vitali che possano mai presentarsi a un uomo o una donna.
8.1.16.4 Sennonché, dapprima di ciò, è necessario essere convinti del fatto stesso del sonno!
8.1.16.5 Epperò è possibile esserne convinti solamente provando a Svegliarsi!
8.1.16.6 Allorquando un uomo o una donna comprende che lui stesso o lei stessa non si ricorda di sé medesimo e che ricordarsi di sé medesimo significa Svegliarsi in una certa misura, e allorquando contemporaneamente costui o costei vede per esperienza com’è difficile ricordarsi di sé medesimo, costui o costei comprenderà che lui stesso o lei stessa non può Svegliarsi semplicemente avendone il desiderio di farlo.
8.1.16.7 Si può dire ancora più precisamente che un uomo o una donna non può Svegliarsi da sé medesimo.
8.1.16.8 Cosicché, se – diciamo – venti persone fanno un patto che chiunque tra costoro Si Svegli dapprima, Svegli gli altri dappoi, costoro hanno già qualche possibilità.
8.1.16.9 Addirittura questo, comunque, è insufficiente perché tutti e venti possono andare ad addormirsi contemporaneamente e sognare che loro stessi stanno svegliandosi.
8.1.16.10 Pertanto è necessario ancora di più.
8.1.16.11 Costoro devono essere salvaguardati da un Uomo o una Donna, che non sia addormito o addormita, che non sprofondi addormito o addormita così facilmente come costoro fanno; oppure che vada ad addormirsi consciamente allorquando ciò è possibile, allorquando ciò non arrecherà danno né a sé stesso né agli altri.
8.1.16.12 Costoro devono trovare un uomo siffatto o una donna siffatta e assumerlo o assumerla per Svegliarli e per non permettere loro di riaddormirsi.
8.1.16.13 Senza questo è impossibile Svegliarsi.
8.1.16.14 Questo è ciò che dev’essere ben compreso.”
      
8.1.17.1 “È possibile pensare per mille anni; è possibile scrivere intere biblioteche di libri, creare teorie a bizzeffe, e tutto ciò nel sonno, senz’alcuna possibilità di Risveglio.
8.1.17.2 Al contrario, questi libri e queste teorie, scritti e create nel sonno, manderanno soltanto altre persone ad addormirsi: e così via.”
      
8.1.18.1 Non c’è niente di nuovo nell’idea di sonno.
8.1.18.2 Sin dalla creazione del mondo è stato detto alle genti che loro stesse stanno addormendosi e che loro stesse devono Svegliarsi.
8.1.18.3 Quante volte lo si afferma negli Evangeli, per esempio?
8.1.18.4 ‘Svegliatevi!’, ‘Vegliate!’, ‘Non addormitevi!’.
8.1.18.5 Gli Apostoli di Cristo s’addormirono addirittura mentre Lui stava pregando nel Giardino del Getsemani per l’ultima volta.
8.1.18.6 È tutto là.
8.1.18.7 Epperò gli uomini e le donne lo intendono?
8.1.18.8 Gli uomini e le donne lo prendono semplicemente come una forma discorsiva, come un’espressione, come una metafora.
8.1.18.9 Costoro non riescono completamente a intendere che ciò dev’essere preso alla lettera.
8.1.18.10 E di nuovo è facile comprendere perché.
8.1.18.11 Al fine di comprenderlo letteralmente è necessario Risvegliarsi un po’, o almeno provare a Risvegliarsi.
8.1.18.12 Io vi dico seriamente che mi è stato chiesto parecchie volte perché non si dice niente sul sonno negli Evangeli.
8.1.18.13 Benché se ne parli colà pressoché in ogni pagina.
8.1.18.14 Ciò dimostra semplicemente che le persone leggono gli Evangeli nel sonno.
8.1.18.15 Fintantoché un uomo o una donna s’addorme profondamente ed è completamente immerso o immersa nei sogni, costui o costei non può nemmeno pensare al fatto che lui stesso o lei stessa sta addormendo.
8.1.18.16 Se costui o costei stesse pensando che lui stesso o lei stessa sta addormendo, costui o costei Si Sveglierebbe.
8.1.18.17 Cosicché tutto continua.
8.1.18.18 E gli umani non hanno la benché minima idea di che cosa costoro stanno perdendo a causa di questo sonno.
8.1.18.19 Come io ho già detto, come l’essere umano è organizzato, ovverosia, essendo come la Natura lo ha creato, l’uomo o la donna può essere un Essere Conscio di Sé.
8.1.18.20 Siffatto l’essere umano è stato creato e siffatto l’essere umano è nato.
8.1.18.21 Sennonché costui è nato o costei è nata tra persone addormite e, naturalmente, lui stesso o lei stessa sprofonda addormito o addormita tra costoro proprio nell’attimo preciso in cui lui stesso o lei stessa avrebbe dovuto incominciare a Essere Conscio del Sé medesimo.
8.1.18.22 Tutto ha una parte in ciò: l’imitazione involontaria delle persone più anziane da parte del bambino o bambina, la suggestione volontaria e involontaria e quella che è detta ‘istruzione’.
8.1.18.23 Ogni tentativo di Risveglio da parte del bambino o della bambina è interrotto all’istante.
8.1.18.24 Ciò è inevitabile.
8.1.18.25 E moltissimi sforzi e un grande aiuto sono necessarî per Risvegliarsi in seguito, allorquando migliaia di abitudini coercitive al sonno si sono accumulate.
8.1.18.26 E ciò accade rarissimamente!
8.1.18.27 Nella maggior parte dei casi, un essere umano — allorquando è ancora un bambino o una bambina — perde già la possibilità di Svegliarsi; costui o costei vive nel sonno per tutta la sua vita e lui stesso o lei stessa muore nel sonno.
8.1.18.28 Per giunta, molte persone muoiono spiritualmente * molto prima della loro morte fisica.
* perdendo la Vita nelle loro anime. (N. d. G. S.)
8.1.18.29 Tuttavia, di tali casi noi ne parleremo più avanti.”
      
8.1.19.1 “Ora volgete la vostra attenzione a ciò che io vi ho indicato dapprima.
8.1.19.2 Un Essere Umano Sviluppato Pienamente, che io definisco ‘Uomo o Donna nel pieno senso della parola’, dovrebbe possedere quattro stati di Coscienza.
8.1.19.3 L’essere umano ordinario, ovverosia, l’uomo o la donna numero uno, il numero due e il numero tre, vive solamente in due stati di consapevolezza.
8.1.19.4 Costui o costei sa, o almeno può sapere, dell’esistenza del Quarto Stato di Consapevolezza.
8.1.19.5 Tutti questi ‘stati d’animo mistici’ e così via sono definizioni errate, salvo che — allorquando non sono inganni o imitazioni — siano lampi di ciò che noi definiamo Stato Oggettivo di Coscienza.”
      
8.1.20.1 “Sennonché l’essere umano non sa del Terzo Stato d’Animo di Coscienza né addirittura lo sospetta.
8.1.20.2 Né può costui o costei sospettarlo perché, se voi steste spiegandoglielo che cos’è il Terzo Stato d’Animo di Coscienza, ovverosia, in che cosa ciò consiste, costui o costei vi direbbe che ciò era il suo solito stato d’animo.
8.1.20.3 Costui o costei si considera un essere conscio che governa la sua propria vita.
8.1.20.4 I fatti che contraddicono ciò, costui o costei li considera accidentali o temporanei, che cambieranno da soli.
8.1.20.5 Considerando che lui stesso o lei stessa possiede la Coscienza di Sé, come se ciò fosse per Natura, costui o costei non proverà certamente ad approcciarLa oppure a ottenerLa.
8.1.20.6 Eppure senza la Coscienza di Sé, o il Terzo Stato d’Animo, il Quarto – tranne che in rari lampi – è impossibile.
8.1.20.7• La Conoscenza, comunque, la Conoscenza Oggettiva Reale verso cui l’essere umano – come costui o costei afferma – sta lottando, è possibile solamente nel Quarto Stato d’Animo di Coscienza: ovverosia, è subordinata al pieno possesso del Quarto Stato d’Animo di Coscienza.
8.1.20.8 La conoscenza, che è acquisita nello stato d’animo ordinario di coscienza, è frammischiata coi sogni.
8.1.20.9 Ecco, voi avete un quadro completo dell’essere dell’uomo e della donna numeri uno, due e tre.”

      

Rènnas del Castèl • Croix Cathare • Guida Specchiata
Rènnas del Castèl • Croix Cathare • Guida Specchiata

versione gennaio 2020
www.seiriosol.xyz
a cura di:
Ugo Aryaman Tendi (Guida Specchiata)
per SèiRìoSòl — Scuola di Quarta Via
YouTube Channel seiriosol

Per qualunque altra informazione:
dai click qui sul CONTATTO, compila il modulo e invialo.

Font Color #512874 — R=81 G=40 B=116 — Seiriosol Violet
[applicato in questa pagina]