§ 12.5 • UN ESPERIMENTO SULLA SEPARAZIONE DELLA PERSONALITÀ DALL’ESSENZA

INDICE

12.5 Un esperimento sulla separazione della personalità dall’essenza

Uspiénski scrisse:
12.5.1.1 “Le conversazioni nei Gruppi continuavano come al solito.
12.5.1.2 Una volta Gurdjìeff disse che Lui voleva condurre un esperimento sulla separazione della personalità dall’essenza.
12.5.1.3 Noi eravamo tutti interessatissimi perché Lui ci aveva promesso ‘esperimenti’ per molto tempo, sennonché — fino ad allora — noi non avevamo visto niente.
12.5.1.4 Non descriverò i suoi metodi; descriverò soltanto le persone che Lui scelse quella prima sera per l’esperimento.
12.5.1.5 Uno era non più giovane ed era un uomo, che occupò una posizione letteralmente importante nell’alta società o bel mondo.
12.5.1.6 Alle nostre Adunanze costui parlava molto e sovente di sé stesso, della sua famiglia, della cristianità e degli eventi del momento attuale connessi con la guerra e con tutti i possibili generi di ‘scandalo’ che lo avevano disgustato moltissimo.
12.5.1.7 L’altro era più giovane.
12.5.1.8 Molti di noi non lo consideravano una persona seria.
12.5.1.9 Soventissimo costui faceva ciò che è detto il buffone; oppure, d’altra parte, entrava in discussioni formali interminabili su taluni o talaltri particolari del Sistema senz’alcuna relazione con l’insieme.
12.5.1.10 Era difficilissimo capirlo.
12.5.1.11 Costui parlava in maniera confusa e intricata addirittura delle cose più semplici, mescolando nel modo più impossibile punti di vista differenti e parole appartenenti a categorie e livelli differenti.”
      
12.5.2 “Passo oltre l’inizio dell’esperimento.”

      
12.5.3 “Noi eravamo seduti nel salotto grande.”
      
12.5.4 “La conversazione procedeva come al solito.”
      
12.5.5Gurdjìeff ci bisbigliò:
   «Ora osservate!»”
      
12.5.6.1 “Il più vecchio dei due, che stava parlando animatamente di qualcosa, divenne improvvisamente tacito nel bel mezzo di una frase e sembrò sprofondare nella sua sedia, guardando dritto davanti a lui.
12.5.6.2 A un segno di Gurdjìeff noi continuammo a conversare senza guardarlo.
12.5.6.3 Il più giovane incominciò ad ascoltare la conversazione eppoi parlò lui stesso.
12.5.6.4 Tutti noi ci guardammo l’un l’altro.
12.5.6.5 La sua voce era diventata differente.
12.5.6.6 Costui ci disse talune osservazioni su sé stesso in maniera chiara, semplice e comprensibile: senza parole superflue, senza stravaganze e senza buffoneria.
12.5.6.7 Poi costui divenne tacito; lui fumò una sigaretta e stava ovviamente pensando a qualcosa.
12.5.6.8 Il primo rimase seduto ancóra senza muoversi, come se fosse rinchiuso in una palla.”
      
12.5.7Gurdjìeff ci disse piano:
«Chiedetegli a che cosa sta pensando.»”
      
12.5.8 L’uomo, cui la domanda fu rivolta, disse:
«Io?» *
* Costui alzò la testa come se si stesse svegliando allorquando lui fu interrogato. (Nota di Uspiénski — N. d. U.)
«A niente.»” *
* Costui sorrise debolmente come se si scusasse, oppure come se lui fosse sorpreso che qualcuno gli chiedesse a che cosa lui stesse pensando. (N. d. U.)
      
12.5.9 “Uno o una di noi disse all’uomo in questione:
«Beh, voi stavate parlando della guerra proprio ora, di cosa succederebbe se noi facessimo pace coi tedeschi; voi lo pensate ancóra come allora?»”
      
12.5.10L’uomo, cui la domanda fu rivolta, disse con voce incerta:
«Non lo so davvero.»
«Dissi quello?»”
      
Gurdjìeff gli disse:
12.5.11 “Sì, certamente, voi diceste proprio che ognuno era obbligato a pensarci su, che nessuno aveva il diritto di non pensarci su e che nessuno aveva il diritto di dimenticarsi della guerra; ognuno dovrebbe avere un’opinione precisa; sì o no: a favore o contro la guerra.”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.12Costui ascoltò come se lui non cogliesse tutto quello che l’interrogante gli stava dicendo.”
      
12.5.13Costui disse:
«Sì?»
«Ma che strano!»
«Non me ne ricordo niente.»”
      
Gurdjìeff gli chiese:
12.5.14 “Ma voi non ne avevate interesse?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.15Costui Gli rispose:
«No, non m’interessa affatto.»”
      
Gurdjìeff gli chiese:
12.5.16Non state pensando alle conseguenze di tutto ciò che ora sta avendo luogo, ai risultati per la Russia, per tutta la civiltà?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.17Costui scosse la testa come se con rimpianto.”
      
12.5.18Costui disse:
«Non capisco di che cosa voi stiate parlando; non m’interessa affatto e non ne so niente.»”
      
Gurdjìeff gli disse:
12.5.19.1 “Orbene, in tal caso, voi parlaste dapprima della vostra famiglia.
12.5.19.2 Non sarebbe moltissimo più facile per voi se loro s’interessassero alle nostre Idee e si unissero al+l’Opera?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.20Costui disse, ancora una volta con voce incerta:
«Sì, forse.
Ma perché dovrei pensarci su?»”
      
Gurdjìeff gli disse:
12.5.21 “Orbene, voi diceste che voi avevate paura dell’abisso, come voi lo palesaste, che stava approfondendosi tra voi e loro.”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.22 “Nessuna risposta.”
      
Gurdjìeff gli chiese:
12.5.23 “Ma che cosa voi ne pensate ora?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.24Costui Gli disse:
«Non ci sto pensando su affatto.»”
      
Gurdjìeff gli chiese:
12.5.25Se vi fosse chiesto che cosa voi vorreste, voi che cosa direste?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.26 “Di nuovo, uno sguardo meravigliato.”
      
12.5.27Costui Gli disse:
«Non voglio niente.»”
      
Gurdjìeff gli chiese:
12.5.28 “Ma pensateci, voi che cosa vorreste?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.29.1 “Sul tavolino, accanto a lui, c’era un bicchiere di tè mezzo pieno.
12.5.29.2 Costui lo guardò fisso a lungo, come se considerasse qualche cosa.
12.5.29.3 Costui si guardò attorno due volte, eppoi guardò di nuovo il bicchiere e disse con una tale voce seria e con tali intonazioni serie che noi ci guardammo tutti l’un l’altro.”
      
12.5.30Costui Gli disse con voce seria e con intonazioni serie:
«Penso che mi piacerebbe un po’ di marmellata di lamponi.»”
      
12.5.31 “Una voce dall’angolo, che noi riconoscemmo difficilmente, disse:
«Perché lo state interrogando?»
      
12.5.32 “Questo fu il secondo ‘esperimento’.”
      
Gurdjìeff domandò:
12.5.33Non vedete che lui è addormito?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.34Uno o una di noi gli chiese:
«E voi stesso?»”
      
12.5.35Costui gli o le disse:
«Io, invece, devo svegliarmi.»”
      
Gurdjìeff domandò:
12.5.36 “Perché lui deve andare a dormire mentre voi dovete svegliarvi?”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.37Costui gli disse:
«Non lo so.»”
      
12.5.38 “Con ciò l’esperimento finì.”
      
12.5.39.1 “Nessuno di loro rammentò alcunché il giorno seguente.
12.5.39.2 Gurdjìeff ci spiegò che col primo uomo tutto ciò che costituiva l’argomento della sua conversazione ordinaria, dei suoi allarmi e della sua agitazione, era nella personalità.
12.5.39.3 E, allorquando la sua personalità era addormita, non rimaneva praticamente niente.
12.5.39.4 Nella personalità dell’altro c’era anche molta loquacità o parlantina indebita, salvo che — dietro la personalità — c’era un’essenza, che conosceva tanto quanto la personalità e lo conosceva meglio; e, allorquando la personalità andava a dormire, l’essenza ne prendeva il posto: a cui lei aveva un diritto molto più grande.
      
Gurdjìeff proferì:
12.5.40.1 “Notate che, contrariamente alla sua abitudine, lui parlava pochissimo.
12.5.40.2 Epperò lui stava osservando tutti voi e tutto ciò che stava accadendo e nulla gli sfuggì.”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.41Uno o una di noi Gli chiese:
«Ma a che cosa gli serve, se anche lui non lo rammenta?”
      
Gurdjìeff proferì:
12.5.42.1 “L’essenza lo rammenta, la personalità l’ha dimenticato.
12.5.42.2 E ciò era necessario perché altrimenti la personalità avrebbe pervertito ogni cosa e avrebbe attribuito tutto ciò a sé stessa.”
      
Uspiénski scrisse:
12.5.43Uno o una di noi Gli disse:
«Ma questa è una specie di magia nera!
      
Gurdjìeff proferì:
12.5.44.1 “Peggio!
12.5.44.2 Aspettate e voi vedrete peggio di quello!”

      

Rènnas del Castèl • Croix Cathare • Guida Specchiata
Rènnas del Castèl • Croix Cathare • Guida Specchiata

versione agosto 2020
a cura di:
Ugo Aryaman Tendi (Guida Specchiata)
per SèiRìoSòl + Scuola di Quarta Via
www.seiriosol.xyz
YouTube Channel seiriosol

Per qualunque altra informazione:
dai click qui sul CONTATTO, compila il modulo e invialo.

Font Color #512874 — R=81 G=40 B=116 — Seiriosol Violet [applicato in questa pagina]